Niente riforme, siam castristi

Si dice: dopo quasi sessant’anni, Cuba è infine, complice la biologia, entrata nel “dopo-Castro”. E ...

Galeotto fu il libro…

Galeotto fu il libro…’ amaramente recita Francesca da Rimini nel quinto canto della Divina Commedia, raccontando di come, leggendo un romanzo cavalleresco, sbocciò il suo tragico amore per Paolo Malatesta. Ed un libro Galeotto – Galeotto, ancora una volta, nel senso dantesco di Galehaut, il messaggero d’amore che fece da tramite tra Lancillotto e Ginevra […]

Read full story Comments { 0 }

“…tutto è cominciato con l’arrivo del signor Cason…” II

C’eravamo lasciati con una domanda: perché, nell’aprile del 2003, Fidel Castro non espulse l’allora responsabile della sezione d’interesse degli Stati Uniti, quel ‘señor James Cason’, che in un maratonico discorso televisivo era stato da lui accusato d’essere al centro d’un complotto teso a ‘provocare una guerra tra Cuba e gli Stati Uniti’? Già chiara allora, […]

Read full story Comments { 0 }

“…tutto è cominciato con l’arrivo del signor Cason…” I

C’è un cadavere – il cadavere non d’un uomo, ma d’una politica – sepolto nel giardino di quella che, lo scorso 14 d’agosto, è tornata ad essere l’Ambasciata degli Stati Uniti d’America all’Avana. E le cronache del tempo narrano come ad interrarlo fosse stato, in un giorno di dicembre dell’anno del Signore 2004, l’allora responsabile […]

Read full story Comments { 0 }

“Disidentes”, il libro dell’infamia…

Dove porti il nuovo cammino aperto dal ripristino delle relazioni diplomatiche tra Cuba e gli Stati Uniti, è impossibile dire. Possibile, anzi, assolutamente necessario è invece analizzare il “passato” che quest’ancora inesplorato tragitto va ora gradualmente, ma (si spera) irreversibilmente, lasciandosi alle spalle. Il problema è tuttavia: da dove cominciare? Dove puntare gli occhi alla […]

Read full story Comments { 0 }

Il regalo di Obama

Un regalo. Un regalo di Obama ai fratelli Castro. Così Jeb Bush – candidato presidenziale repubblicano e fratello di quello che, quasi unanimemente, è considerato uno dei peggiori presidenti della storia americana – ha sprezzantemente commentato ieri le immagini della cerimonia di riapertura dell’ambasciata Usa all’Avana. Ed aveva, almeno per una metà, pienamente ragione. Quella […]

Read full story Comments { 0 }

Primo maggio, la gloria e il fango

Un grande “desfile”, come ogni anno da mezzo secolo a questa parte. Un autentico colossal, un inno all’amore del popolo per il socialismo. Ma dietro le quinte di quest’ormai risaputo spettacolo, a malapena si cela questa volta la realtà di una città in rovina, il fango e la miseria provocato dalle scroscianti piogge degli ultimi […]

Read full story Comments { 0 }

Ripartiamo da 422

“Siamo un milione e settecentomila” sentenziò, all’indomani delle ultime elezioni municipali cubane, una voce che proveniva dal più profondo degli inferi. Ed altre subito le fecero eco, riportando una cifra in apparenza assai più modesta ma, per molti aspetti, ancor più inaudita: 422. La voce in questione apparteneva, ovviamente, alla ‘bloguera’ Yoani Sánchez, ormai da […]

Read full story Comments { 0 }

Meglio tardi che mai: Fidel riceve “Cinque”

A 73 giorni dalla loro liberazione – e pochi giorno dalla loro ufficiale nomina a “eroi delle rivoluzione” – Fidel Castro ha finalmente ricevuto i “cinque combattenti antiterrorsti” liberati nel quadro della formale ripresa delle relazioni tra Usa e Cuba, dandone notizia al mondo attraverso una lettera pubblicata dal quotidiano Granma. Ecco quel che scrive […]

Read full story Comments { 0 }

La Cuba che viene…

Il figlio primogenito di Fidel Castro è stato fotografato, nel corso d’un gran party ai margini del festival del sigaro cubano, in quel dell’Avana, in allegra compagnia di due grandi protagoniste del jet-set internazionale: Paris Hilton e Naomi Campbell. Per qualcuno si tratta del preludio di quel che Cuba tornerà ad essere allorquando il processo […]

Read full story Comments { 0 }